ACCADEMIA SPAL FEMMINILE – TRENTO CLARENTIA  0-4

Marcatori: 38′ pt e 5′ st Rosa, 15′ st rig. Torresani, 26′ st Brunello

 

Accademia SPAL Femminile: Rolfini. F. Braga (33′ st Cavallari), Visconti, Spinelli (15′ st Luciani), Grassi, Pirani, Martello (33′ st S. Braga), Bizzo (8′ st Oliveri), Chierici, Faccioli (15′ st Sattin), Frattini. A disp.: Carbone, Orlandi. All.: Malagolini

 

Trento Clarentia: Valzorgher, Varrone (36′ st Antolini), Lucin (18′ st Chierchia), L. Tonelli, Ruaben, Torresani (36′ st Tononi), Poli (28′ st Fuganti), A. Tonelli, Dapra, Rosa (28′ st Rovea), Brunelli. A disp.: Bertami, Maurina. All.: Pavan

 

Arbitro: Iannella di Taranto
Assistenti: Vitali e Santoro di Ferrara

 

L’esordio di Accademia SPAL Femminile nel Campionato di Serie C non è fortunato.

Le ragazze di mister Max Malagolini, impegnate sul terreno di gioco casalingo allo Stadio Comunale di Vigarano Mainarda, cedono a Trento Clarentia, squadra esperta della categoria, che segna nel primo tempo e dilaga nella ripresa.

Le biancazzurre partono forte e dopo venti minuti portano un importante pericolo alla porta ospite.

Spinelli trova un ottimo corridoio per lanciare Fratini che dalla destra serve Martello in area piccola: stop e conclusione col portiere a respingere in angolo.

Superata la mezzora, la squadra ospite cresce in volume di gioco: Dapra stoppa elegantemente di tacco al limite e tira di poco a lato.

Occasione preludio del vantaggio, che arriva al 38′ con Rosa, che servita davanti al portiere infila in rete.

Ad inizio ripresa il raddoppio di Trento Clarentia ancora con Rosa, che dentro l’area trova il diagonale vincente per battere Rolfini.

Il tris arriva su calcio di rigore: Torresani dal dischetto è glaciale e supera nuovamente il portiere biancazzurro.

Le trentine sfruttano un errore difensivo della padrone di casa per segnare il poker: Brunello ne approfitta per toccare in rete senza difficoltà.

Accademia SPAL Femminile sarà impegnata domenica prossima sul campo di Vicenza CF per la seconda giornata di campionato.