“Galegoal Team Arginone” è il progetto calcistico che sta prendendo il via in questi giorni alla Casa Circondariale di Ferrara.

Fino a giugno, un gruppo di 31 carcerati svolgerà due allenamenti settimanali coordinati da Traore Aboubacar e Jacopo Govoni dell’Usd Acli San Luca San Giorgio.

Grazie al coinvolgimento dell’assessore allo Sport del Comune di Ferrara, Simone Merli, all’impegno della stessa Usd Acli S. Luca S. Giorgio e alla preziosa collaborazione di SPAL, presente con patron Francesco Colombarini, il progetto ha preso vita dopo l’intenso lavoro di tutte le parti chiamate in causa.

Progetto presentato questa mattina alla Sala degli Arazzi nel Municipio estense, dove la società biancazzurra ha confermato la donazione di attrezzature necessarie per allenamenti e future partite.

Il progetto si propone obiettivi di educazione e integrazione, pur senza dimenticare l’opportunità per i partecipanti di perseguire una buona forma fisica, di apprendere e rispettare le regole del gioco (grazie anche ad alcune sedute teoriche) e di poter sfidare sul loro campo in un prossimo futuro squadre ferraresi, partecipando magari ad un vero e proprio campionato.

Alla conferenza stampa erano presenti insieme all’assessore allo Sport del Comune di Ferrara Simone Merli e a patron Francesco Colombarini, la comandante del carcere di Ferrara Annalisa Gadaleta, la responsabile Area giuridica pedagogica del carcere Loredana Onofri, il presidente Usd Acli S. Luca S. Giorgio Alfredo Corallini, gli stessi allenatori della squadra di calcio del carcere Traore Aboubacar e Jacopo Govoni