Con un perentorio 4-2, maturato nella ripresa, Accademia SPAL femminile conquista una vittoria sofferta, ma importantissima per la classifica contro la Sammartinese, squadra della provincia di Reggio Emilia.

La gara è scoppiettante fin dai primi minuti. Otto giri di lancette per lo schema da calcio di punizione battuto da Olivieri che pesca Grassi sul secondo palo: appoggio per Braga che deposita in rete da pochi passi.

Le avversarie, però, riescono a pareggiare dopo pochissimi istanti con Corbelli: conclusione del limite che sorprende il portiere biancazzurro sulla sua destra.

L’immediato pareggio galvanizza le ospiti che prima del quarto d’ora sorpassano le padrone di casa. Di nuovo Corbelli su calcio piazzato trova la traiettoria vincente.

Al 18′, Grassi si lancia sulla fascia sinistra superando un’avversaria e crossa al centro dell’area dove Filippini in spettacolare girata volante insacca il pallone a fil di palo.

L’equilibrio del risultato si ripercuote anche sul gioco che fino all’intervallo non innesca potenziali occasioni da rete.

Nella seconda frazione, è necessario attende il quarto d’ora per un sussulto: Fratini serve Grassi in area, ma l’attaccante viene stesa irregolarmente. Calcio di rigore che Martello trasforma con freddezza.

Accademia SPAL continua a macinare gioco, senza trovare lo spiraglio per segnare la rete della sicurezza.

Rete che arriva solamente al 44′ e sempre dai piedi Martello: calcio di punizione da 25 metri che termina la sua corsa sotto la traversa.

Al triplice fischio finale, grande soddisfazione nell’ambiente biancazzurro che nel prossimo turno di domenica 3 marzo sfiderà Cavezzo in trasferta.