Nel fine settimana, tutte le partite delle tre categorie professionistiche del calcio italiano saranno dedicate al progetto “Quarta Categoria – calcio e disabilità”, il torneo nazionale di calcio a 7 riservato ad atleti con disabilità promosso per il terzo anno consecutivo dalla Federazione italiana Giuoco Calcio con il sostegno del Centro Sportivo Italiano e l’adesione convinta di tutte le componenti del mondo del calcio.

L’iniziativa è stata presentata nei giorni scorsi nella sede delle Leghe di Serie A e Serie B in via Rossellini a Milano attraverso lo slogan #ILCALCIOE’DITUTTI ed ha visto l’intervento dei tre presidenti, ovvero Gaetano Micciché per la Serie A, Mauro Balata per la Serie B e Francesco Ghirelli per la Lega Pro.

In tutti gli Stadi professionistici entreranno sul terreno di gioco atleti di Quarta Categoria con lo striscione #ILCALCIOE’DITUTTI indossando con orgoglio e senso di appartenenza i colori e le maglie delle società calcistiche da loro rappresentate.

Ogni club professionistico ha “adottato” una o più associazioni e/o cooperative sociali, tra cui la S.P.A.L. con la Cooperativa Sociale  “Casa di Filippide” di Cassina de’ Pecchi in provincia di Milano già presente nella scorsa stagione.

La squadra biancazzurra di Quarta Categoria dovrà difendere il titolo vinto l’anno precedente, quando arrivò prima  con 21 punti dopo un percorso composto di sette vittorie e una sola sconfitta, con 37 goal totali segnati ed appena 7 subiti.