SPAL-Milan  2-3

Marcatori: 18’ pt Calhanoglu, 21’ pt Kessie, 27’ pt Vicari, 8’ st Fares, 19’ st rig. Kessie

SPAL: Viviano, Cionek (31’ st Floccari), Antenucci, Valoti (27’ st Jankovic), Murgia, Bonifazi, Kurtic, Vicari, Lazzari, Petagna, Fares. A disp.: Gomis, Fulignati, Poluzzi, Simic, Missiroli, Valdifiori, Dickmann, Felipe, Costa, Spina. All.: Semplici

Milan: G. Donnarumma (20’ pt Reina), Suso, Calhanoglu, Borini (34’ st Conti), Romagnoli, Bakayoko, Piatek, Abate, Musacchio, Rodriguez, Kessie. A disp.: A. Donnarumma, Mauri, Castillejo, Zapata, Biglia, Cutrone, Laxalt. All.: Gattuso

Arbitro: Valeri di Roma 2

Assistenti: Carbone di Napoli e Alassio di Imperia

Quarto uomo: Dionisi de L’Aquila

VAR/AVAR: Mariani/Mondin

Note: spettatori 16.146; ammoniti Abate, Bonifazi, Cionek, Bakayoko

 

 

4’ pt: palla in profondità per Piatek che entrato in area calcia: Viviano coi piedi mette in corner.

5’ pt: Borini defilato in area spara sull’esterno della rete.

10’ pt: contropiede Milan con Calhanoglu che in area spara in porta: Viviano allunga palla fuori dalla porta.

18’ pt: Kessie a destra serve Calhanoglu al limite: pallone al centrocampista che calcia di destro dal limite battendo Viviano.

21’ pt: pallone in area per Kessie che dentro l’area di sinistro piazza palla all’incrocio.

27’ pt: punizione in posizione defilata di Murgia: in area di testa svetta Vicari che piazza palla all’incrocio dei pali.

42’ pt: Calhanoglu da fuori: pallone ad un centimetro dal legno.

8’ st: cross di Cionek dalla destra per l’inserimento in area di Fares che di testa infila palla all’incrocio dei pali.

15’ st: Lazzari al limite calcia in diagonale: palla deviata a poca distanza dall’incrocio.

18’ st: cross in mezzo all’area biancazzurra con Cionek che tocca sulla schiena Piatek: l’arbitro concede rigore che Kessie trasforma.

24’ st: Petagna salta Romagnoli in area è rientrato sul sinistro calcia alto da ottima posizione.

35’ st: conclusione potente da fuori di Suso: Viviano vola ad allontanare.

43’ st: corner biancazzurro con girata di testa di Floccari che coglie la traversa.