Santarcangelo – Spal: 0-2

Santarcangelo: Nardi, Adorni, Rossi, Arrigoni (84′ De Respinis), Drudi, Capitanio, Ilari, Yabre (46′ Guidoni) De Vena, Venitucci, Palmieri (78′ Margiotta). All. Zauli

Spal: Branduani, Silvestri, Ceccaroni, Cottafava, Bellemo, Beghetto, Lazzari, Spighi (60′ De Vitis) Zigoni, Mora, Cellini (64′ Finotto). All. Semplici

Arbitro: Tardino di Milano
Marcatori: 42′ 88′ Zigoni
Ammoniti: Ilari, Bellemo, Spighi, Ceccaroni, Finotto

Dopo la bruciante sconfitta con il Pisa la Spal cercava il riscatto immediato e puntuale è arrivata la vittoria a Santarcangelo.
Biancazzurri con la novità di Bellemo in cabina di regia, affiancato da Spighi e Mora, mentre davanti la coppia titolare è quella formata dalle punte centrali Zigoni-Cellini.
Dopo una breve fase di studio le due squadre provano a pungere. Al 7′ Cellini è fermato da un fuorigioco millimetrico quando stava per involarsi verso la porta.
Poco dopo un bel traversone di Lazzari mette in affanno la retroguardia di casa, ma non arrivano giocatori in maglia biancazzurra a insidiare la porta di Nardi.
Lo stesso portiere romagnolo interviene senza troppi problemi per respingere un tentativo da fuori area di Spighi.
Alla mezz’ora è invece Belemo che tenta la fortuna dai venticinque metri, con palla che sibila sopra la traversa.
La Spal è costantemente riversata nella metà campo romagnola, il risultato si sblocca a tre minuti dal termine: punizione di Beghetto, corta respinta della difesa gialloblu, sulla palla si avventa il “Condor” Zigoni che colpisce sporco ma in modo sufficiente per far rotolare la sfera nell’angolino alla sinistra di Nardi.
Cottafava e compagni vanno negli spogliatoi in vantaggio e riprendono il gioco senza l’intenzione di chiudersi per difendere il gol.
Il neo entrato Guidone cerca di impensierire Branduani al 54′. La pressione degli uomini di casa cresce, ma al tempo stesso i riminesi lasciano maggior spazio dietro.
Su un contropiede ben orchestrato da Zigoni e Beghetto, De Vitis, da poco entrato, prova a mettere il destro vincente, Nardi è attento.
Ancora De Vitis, pochi minuti dopo, prova a colpire, il portiere ribatte e Finotto, di testa, mette fuori a porta quasi sguarnita, ma disturbato da un avversario. Poteva essere l’occasione per chiudere il match.
Sul capovolgimento di fronte, Branduani deve volare per deviare in corner una palla velenosissima di Palmieri.
È il momento più difficile per la Spal che soffre la veemenza dei padroni di casa, riversati in avanti.
Al minuto 86 una punizione a giro di Margiotta mette in serio pericolo la porta di Branduani.
È la sofferenza che prelude alla grande gioia: Beghetto serve un cross dei suoi e Zigoni si cala nei panni del bomber di razza trovando la doppietta personale e il gol che chiude l’incontro.