Pro Vercelli-SPAL 3-1

9′ st Emmanuello, 18′ st Morra, 27′ st Palazzi, 39′ st Bonifazi

Pro Vercelli: Provedel, Berra, Bani, Mustacchio (25′ st Legati), Palazzi (39′ st Ardizzone), Morra, La Mantia (42′ st Ebagua), Emmanuello, Castiglia, Luperto, Mammarella. A disp.: Zaccagno, Germano, Budel, Eguelfi, Konate, Baldini. All.: Longo

SPAL: Meret, Arini, Giani (41′ st Picchi), Antenucci, Beghetto, Bonifazi, Zigoni (35′ st Finotto), Castagnetti (23′ st Cerri), Vicari, Schiattarella, Lazzari. A disp.: Marchegiani, Silvestri, Spighi, Pontisso, Del Grosso, Ghiglione. All.: Semplici

Arbitro: Aureliano di Bologna
Assistenti: Robilotta di Sala Consilina e Pagnotta di Nocera Inferiore
Quarto uomo: Meleleo di Casarano

Note: spettatori: ammoniti: Mammarella, Mustacchio, Schiattarella, Zigoni

 

Caduta in Piemonte. Contro una Pro Vercelli concreta e fisica, i biancazzurri devono arrendersi a seguito di un periodo molto positivo di gioco e risultati.
Dopo equilibrio e studio iniziale, la prima vera opportunità capita ai biancazzurri.
Schiattarella intercetta palla a trequarti campo per involarsi verso la porta: al limite scarica per Antenucci ma il passaggio è troppo in profondità rendendo impossibile all’attaccante, in ottima posizione, raggiungere la sfera per calciare in porta.
Poco dopo, l’arbitro non fischia fallo ai danni di Antenucci davanti all’area: palla in gioco che finisce a Mustacchio ma la conclusione è bloccata da Meret.
A metà tempo, Emmanuello dal limite cerca l’angolino: pallone a lato di poco.
A meno di dieci dal termine, Castagnetti calcia da fuori sulla respinta della difesa di casa dopo angolo: pallone tra le braccia di Provedel.
Nel finale, traversone di Beghetto per la testa di Antenucci: sfera girata verso l’incrocio dei pali, che termina alto di pochissimo.
Ad inizio ripresa, Antenucci prende palla al limite, salta alcuni avversari e appena dentro l’area di sinistro prova tiro a giro: la palla si stampa sul palo.
Poco dopo, cross basso di Beghetto dalla sinistra, ma sottoporta Zigoni alza sopra la traversa.
Ma in vantaggio va la Pro Vercelli con la punizione di Emmanuello toccata da Mammarella: la sfera passa tra un nugolo di gambe e finisce nell’angolo basso alla sinistra di Meret.
Il raddoppio dei piemontesi arriva da un calcio d’angolo rinviato male dalla difesa spallina e ripresa da Morra, la cui conclusione dall’incrocio delle righe dell’area trova un altro spiraglio tra palo e portiere.
A metà tempo, La Mantia in contropiede coglie il palo poi Morra calcia alto da ottima posizione.
Prima della mezzora, tocco in area piccola di Morra respinto da Meret, ma non allontanato da nessun difensore e ribattuto in rete da Palazzi.
A poco dal termine altro palo colto dai padroni di casa ancora con Palazzi e poi girata di La Mantia a lato di poco.
Da calcio di punizione di Beghetto respinto corto dalla difesa piemontese arriva la rete di Bonifazi, che dal limite calcia in fondo alla rete.