Teramo-Spal 0-2

Teramo: Narduzzo, Scipioni, Cecchini, Cenciarelli (dal 76’ Palestini), Caidi, Perrotta, Di Paolantonio, Amadio (dal 82’ Tini), Moreo (dal 65’ Calderaro), Petrella, Cruciani.A disp.: Tonti, Brugaletta, Serrao, Prezioso, Paolucci, Palma, Le Noci, Monni, Forte. All.: Vivarini

Spal: Branduani, Silvestri, Ceccaroni, Giani, Bellemo, Beghetto, Posocco, Gentile (dal 60’ Spighi), Finotto (dal 76’ Ferri), Schiavon, Grassi. A disp.: Contini, Castagnetti, Cellini, De Vitis, Gasparetto, Lazzari, Mora, Zigoni. All.: Semplici

Reti: Finotto 71’ e 74’

Arbitro: Sig. Zingarelli di Siena (ass.ti: Scarica-Bianchini)

Ammoniti: nessuno.

Note: giornata piovosa e ventosa. Terreno in sintetico. Spettatori: 1455. Angoli: 4-3 in favore della Spal. Recuperi: 1’; 3′.

La Spal esce trionfante anche dal “Bonolis” di Teramo. Decisiva la doppietta di Finotto a metà della ripresa. Ennesima grande prova della corazzata ferrarese che con la 10° vittoria in trasferta, conquista altri tre punti e sale a quota 71 in classifica.

Nei biancazzurri in campo dall’inizio diversi elementi che hanno trovato meno spazio nelle ultime uscite di campionato. Al seguito della truppa biancazzurra i soliti fantastici tifosi che hanno sfidato la ventosa e piovosa giornata abruzzese per sostenere i ragazzi di mister Semplici. L’avvio di partita è su ritmi tutt’altro che infernali. La Spal prova a innescare la maggior parte delle sue azioni dalla fascia sinistra dove la superiorità numerica creata da Beghetto e Finotto è veramente apprezzabile. La prima emozione del match arriva al diciottesimo con Cruciani che spedisce alto un buon pallone servitogli da Petrella. Poco dopo arriva anche la prima conclusione biancazzurra verso la porta avversaria, con Grassi che calcia debolmente una punizione da distanza ragguardevole. Passa qualche minuto ed è provvidenziale l’intervento di capitan Giani che va a immolarsi con il corpo per respingere una conclusione a botta sicura di Di Paolantonio. Prima dell’intervallo altra occasione per il Teramo con Moreo che spreca da buona posizione. Si va al riposo sullo zero a zero.

La ripresa parte con un tiro fuori di Cenciarelli con Branduani a presidio della traiettoria. Entrambe le formazioni continuano a macinare gioco in maniera molto ordinata e per nulla scriteriata. E’ bravo Narduzzo al 54’ nel respingere la conclusione a mezza altezza di Grassi. Risponde, qualche minuto dopo, il Teramo con Cruciani che fa tremare il palo alla sinistra di Branduani. Spal salva per questione di centimetri. Al minuto settantuno arriva il gol di Finotto che intercetta una rimessa in campo errata verso il portiere di casa e con un preciso pallonetto batte l’estremo difensore abruzzese firmando il vantaggio estense festeggiato sotto il settore ospiti. Passano tre minuti, la Spal spinge ancora il piede sull’acceleratore e trova lo 0-2 ancora con Mattia Finotto che sale a quota 11 in campionato: gol da attaccante vero. Standing ovation per il bomber estense sostituito poco dopo da Ferri. Nel finale non succede più nulla, restano solo gli applausi da raccogliere dai tifosi ferraresi.

Ora l’appuntamento per tutti i cuori biancazzurri è per domenica 8, quando alle ore 18 al Paolo Mazza arriverà il Tuttocuoio per quella che sarà l’ultima giornata di campionato. L’ennesima occasione per festeggiare la storica promozione in Serie B.