Nella sala Giunta delle Sede Nazionale del CONI, al Foro Italico di Roma, giovedì 15 dicembre alle ore 12, vi sarà l’8^ edizione del Premio “Andrea Fortunato – Lo sport è vita”  organizzato dall’Associazione Sportiva Fioravante Polito di S.Maria di Castellabate provincia di Salerno col patrocinio dello stesso CONI.

Tra i personaggi protagonisti del premio, anche il presidente biancazzurro Walter Mattioli, che riceverà il riconoscimento “Solidarietà” dell’Associazione per le innumerevoli iniziative prodotte in questi anni dalla SPAL.

Nel parterre di premiati vi saranno personalità del mondo sportivo nazionale ed internazionale, tra cui l’ex capitano dell’Inter, Javier Zanetti, il campione del mondo Luca Toni, l’allenatore Zdenek Zeman, il presidente dell’Atalanta, Antonio Percassi, il direttore di Sky Sport, Massimo Corcione.

L’obiettivo dell’Associazione, che nel comune del Cilento ha istituito la Bliblioteca ed il Museo del Calcio Andrea Fortunato, è rendere obbligatorio il Passaporto ematico (intitolato ad Andrea Fortunato, Flavio Falzetti e Piermario Morosini) che mira ad inserire gli esami ematici tra quelli attualmente previsti per ottenere l’idoneità sportiva. Dell’importanza della prevenzione e dell’impegno del mondo dello sport si parlerà nel corso di un incontro-dibattito moderato dal giornalista Roberto Guerriero che si concluderà con la cerimonia di assegnazione del Premio Andrea Fortunato.

 

E’ un momento di importante confronto con il mondo dello sport – dichiara Davide Polito, presidente dell’Associazione Fioravante Polito -. Sono convinto che l’adozione del Passaporto Ematico possa rivoluzionare la pratica sportiva nel nostro Paese rendendola per i nostri giovani più sicura. La prevenzione deve essere vista non come un costo sociale ma un investimento in grado di ridurre anche in futuro la spesa sanitaria”.

 

Ecco l’elenco completo dei premiati:

  • Categoria Lo sport è vita: Giovanni Malagò, Presidente Nazionale CONI
  • Categoria Medicina: Antonio Giordano, direttore dello Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine di Philadelphia (USA)
  • Categoria Isituzioni Sportive: Gabriele Gravina, presidente Lega Pro
  • Categoria alla carriera: Javier Zanetti e Luca Toni
  • Categoria allenatore: Zdenek Zeman
  • Categoria giornalisti: Massimo Corcione direttore Sky Sport,  Xavier Jacobelli, editorialista Corriere dello Sport
  • Categoria Settore Giovanile: Antonio Percassi, Presidente Atalanta
  • Categoria solidarietà: Walter Mattioli Presidente Spal
  • Categoria direttore sportivo: Pino Iodice, ds Matera
  • Categoria alla Memoria: Bruno Mazzotta  ex calciatore della Cavese scomparso dopo una partita di calcio (ritirano il riconoscimento i nipoti Francesco e Bruno Cuoco)