Savona – Spal: 0-3

Savona: Cincilla, Antonelli, Lomolino (40′ Costantini), Cabeccia, Negro, Lebran, Vannucci, Steffè (75′ Cocuzza) Dell’Agnello, Tassi (61′ Gagliardi) Virdis. All. Riolfo

Spal: Branduani, Silvestri, Ceccaroni, Cottafava, Castagnetti (60′ Bellemo), Beghetto, Lazzari, Spighi (68′ De Vitis) Zigoni, Mora, Finotto (87′ Cellini). All. Semplici

Arbitro: Giua di Pisa
Marcatori: 29′ Mora, 46′ Spighi, 73′ Finotto
Ammoniti: Castagnetti, Steffè, Negro
Espulso: Cocuzza

La Spal scende in campo al Bacigalupo presentando una doppia novità rispetto all’ultima uscita: Spighi debutta dal primo minuto in campionato come centrale destro di centrocampo, mentre Mora prende il posto dell’acciaccato Di Quinzio nel ruolo di mezzala sinistra. Saranno proprio loro a regalare le prime due perle, anche se tutta la Spal fornirà una prestazione maiuscola.

Al 4′ la prima occasione, Lazzari si incunea dall’out destra, arriva a concludere ma Cincilla chiude lo specchio.
Poco prima del quarto d’ora una bella combinazione Finotto-Zigoni porta al tiro quest’ultimo, ma la conclusione è sbilenca.
Alla mezz’ora la Spal passa a condurre con un’azione corale: cross di Lazzari, Finotto sul secondo palo sbuccia il pallone, sulla sfera si avventa Mora che trova lo spiraglio per bucare Cincilla.
Al 35′ l’arbitro fischia un fuorigioco sospetto dopo che Finotto ha insaccato, l’attaccante spallino era partito sul filo.
Al 39′ Beghetto non ci pensa due volte, calcia di potenza ma il pallone si infrange sul palo interno.
Passano tre minuti e Mora da quaranta metri prova il gol da fenomeno, questa volta è la traversa a impedire il completamento del capolavoro.
L’unico brivido dei padroni di casa è un tiro di Steffè che si spegne sull’estrno della rete di Branduani.
Neanche il tempo di disporsi in campo per il secondo tempo e Spighi trova una traiettoria magica che questa volta si spegne in fondo alla rete per il raddoppio.
Il Savona prova a reagire. Lo fa con Negro, di testa, mentre poco prima Lazzari, controllando in modo difettoso in area, rischia di vedersi fischiare rigore contro per un controllo con il braccio.
Al 58′ Beghetto mette Zigoni davanti alla porta, ma Cincilla vola a deviare l’affondo del “Cobra”.
Gli ospiti si difendono con ordine mentre il Savona prova ad aumentare la pressione, anche se sulla sua strada trova una retroguardia solidissima.
Al 69′ terzo palo per i biancazzurri. Sugli sviluppi di un corner Cottafava da fuori area si coordina al meglio, il suo missile è deviato sul palo esterno dal numero uno di casa.
Ma il terzo gol è rimandato di pochissimo. Bellemo sale dalla difesa con uno slalom da applausi, palla a Lazzari che pennella sulla testa di Finotto. Al numero undici non resta che schiacciare in rete.
La Spal può alzare le braccia sotto la curva dei suoi tifosi che l’hanno sostenuta anche in Liguria, allungando di due punti sulla Maceratese.