SPALParma - SPAL, le dichiarazioni post partita di mister De Rossi

DOMENICA 18 DICEMBRE 2022

Parma - SPAL, le dichiarazioni post partita di mister De Rossi

Al termine della sfida contro il Parma, mister Daniele De Rossi ha raggiunto la sala stampa dello Stadio "Tardini" per rispondere alle domande dei giornalisti presenti.

"Abbiamo fatto una grandissima prestazione ma più dal punto di vista nervoso, della grinta e del cuore, - ha affermato l'allenatore biancazzurro - aspetti sui quali questi ragazzi non hanno veramente nulla da invidiare a nessuno. Anche contro una squadra forte come il Parma però si può riuscire a giocare meglio di quando fatto, oggi abbiamo sofferto tanto e il Parma non meritava di perdere. Ma noi meritavamo questa vittoria e questi punti e conquistarli in una partita in cui avremmo meritato a meno, ci rimette a posto con la coscienza per tutte le volte in cui, pur meritandolo, non siamo riusciti a portare a casa il massimo risultato."

"Oggi siamo partiti facendo possesso palla e io penso che dobbiamo essere consapevoli della nostra forza, ma anche di quella dell'avversario. In ogni sfida che preparo tengo conto di entrambe le cose: se io preparassi la partita contro il Parma nello stesso modo in cui preparo un match contro una squadra dalla caratteristiche diverse, significherebbe che non sto facendo bene il mio lavoro. Le partite che mi piacciono sono quelle in cui alla fine otteniamo la vittoria, questo mi piace. Non esistono possesso palla o altri dati, però valuto le prestazioni e quelle fatte contro Modena e Palermo a me sono piaciute e la nostra impronta è quella. Ma il calcio è tante cose ed una squadra di calcio deve essere tante cose, perché se fossimo solo bravi ad uscire dalla pressione dell'avversario non saremmo una squadra completa."

"Rabbi è il miglior giocatore che abbiamo dal punto di vista dell'attacco alla profondità e quando gli avversari sono così bravi a palleggiare come lo è il Parma, mi aspettavo che potessero metterci sotto. A quel punto hai due possibilità: o ti giochi il braccio di ferro oppure accetti che ti possano schiacciare, ma lo fai mettendo in campo qualcuno che possa allungarli attaccando la profondità e in questo Simone è il più adatto."

"Non conosco nel dettaglio le condizioni di Celia, so che il problema è al ginocchio ma aspettiamo la ripresa per capirne di più. Era con le stampelle in panchina e le sua esultanza mi ha ricordato un pò quel calcio anni '80 che ormai non esiste più. Ecco, oggi in panchina ho visto delle cose stupende da parte dei miei giocatori, questi ragazzi mi commuovono, sono fantastici. E poi, a questo proposito, vorrei sottolineare l'ingresso di Tripaldelli: ogni volta che entra è una garanzia e testimonia perfettamente il grande spirito e l'unione di tutti i giocatori di questa squadra."

"Oggi siamo partiti quasi più con una difesa a quattro, - ha concluso mister De Rossi - con Peda largo a destra in posizione di terzino. Siamo andati ad aggredire abbastanza alti il Parma e mi ha reso orgoglioso il fatto che abbiamo sfiorato il raddoppio proprio con una palla recuperata al limite dell'area. Il nostro intento era quello di aggredire l'avversario, poi a volte questo può riuscire e a volte no. Quando sei più forte fisicamente ce la fai, mentre quando hai meno energie perché hai speso tantissimo fai più fatica, ma non dimentichiamoci che in campo ci sono anche gli avversari e possono essere anche di spessore come lo è il Parma."