Tuttocuoio – Spal:  0-2

Tuttocuoio:  Feola, Marchetti (75′ Masia) Ferraro (58′ Cavano) Muroni (58′ Caccia) Colombini, Favilena, Peverelli, Ricciardi, Tempesti, Palumbo, Shekiladze. All. Lucarelli

Spal: Branduani (80′ Contini) Gasparetto, Ceccaroi, Giani, Castagnetti, Mora, Lazzari, Schiavon, Zigoni, Di Quinzio (71′ Spighi) Finotto. All. Semplici

Arbitro: sig. Dionisi de L’Aquila
Ammoniti: Ferraro, Ricciardi, Castagnetti
Espulsi: Feola all’85, Peverelli al 88′
Marcatore: 49′ Zigoni, 95′ Spighi

La sosta natalizia poteva nascondere insidie. Non per la Spal però che riprende il proprio cammino di vittorie, trovando un importantissimo successo esterno a Pontedera contro il Tuttocuoio.
La squadra estense parte subito con il piglio giusto.
Castagnetti per Zigoni che si fa “murare” da Feola. Qualche minuto dopo Marchetti fa rotolare la sfera in rete, ma l’arbitro aveva precedentemente fischiato il netto fuorigioco di un compagno.
Dopo una fase di studio, la Spal non capitalizza un’importante azione marchiata Lazzari: l’ala vola sulla destra, superando Il proprio diretto avversario, mette in mezzo per l’accorrente Di Quinzio che spara alto.
Ricciardi ci prova per i suoi dai venticinque metri, Branduani respinge di pugno, poi si ripete sul conseguente tentativo di Peverelli.
Ma è al 36′ che la Spal si divora l’occasione più grande: Finotto in velocita si beve la difesa toscana, scavalca con un pregevolissimo pallonetto l’ultimo baluardo del Tuttocuoio, ma sbaglia il controllo successivo, senza riuscire a indirizzare il pallone nella porta sguarnita.
Ci prova anche Schiavon a dar la scossa, con una bomba al volo da fuori area che costringe Feola al volo plastico.
Si va alla ripresa con la Spal desiderosa di concretezza. Bisogna attendere appena 3 minuti: Di Quinzio innesta Mora con un prezionismo, l’ex Alessandria mette in mezzo dalla sinistra e il Cobra colpisce. Quinto gol in campionato per Zigoni.
La reazione neroverde c’è ma la retroguardia spallina fa buona guardia. Gasparetto, imboccato da una punizione di Di Quinzio, sfiora la traversa per i biancazzurri.
A una decina di minuti dal novantesimo, Braduani accusa un fastidio muscolare e deve cedere il posto a Contini che fa il suo esordio in campionato.
Spighi in contropiede perde l’occasione di chiudere la gara perchè intrcettato dai difesori di casa. Sul capovolgimento di fronte Caccia non trova la porta su un sinistro a giro.
Finotto impegna ancora il buon Feola.
Il portiere neroverde però si fa sventolare il cartellino rosso in faccia in un finale infuocato. La stessa sorte capita al secondo di Lucarelli, al massaggiatore del Tuttocuoio e a Peverelli per una gomitata a Zigoni.
In porta per i toscani c’è quindi il numero 10 Palumbo che viene impegnato da Mora al 90′, l’ex centrocampista si oppone con i pugni.
Spighi invece, sfruttando l’ultima azione di gioco, con la squadra avversaria ridotta in 9 trova il gol che chiude definitivamente la gara.