Maceratese-Spal: 1-0

Maceratese: Forte; Imparato, Fissore, Faisca, Karkalis; D’Anna (dal 39′ s.t. Orlando), Carotti, Foglia, Bonaiuto; Kouko (dal 28′ s.t. Alimi), Fioretti. A disp.: Di Vincenzo, Clemente, Altobelli, Djibo, Sarr, Ganci, Belkaid, Cesca, De Angelis, Massei. All.: Bucchi.

Spal: Branduani; Gasparetto (dal 35′ s.t. Ferri), Cottafava, Ceccaroni; Lazzari, De Vitis, Castagnetti (dal 20′ s.t. Beghetto), Di Quinzio (dal 15′ s.t. Finotto), Mora; Cellini, Zigoni. A disp.: Contini, Bellemo, Capezzani, Giani, Posocco, Silvestri, Spighi. All.: Semplici.

MARCATORI: 52′ Fioretti

ARBITRO: Sig. Giovani di Grosseto

AMMONITI: Imparato (M), Mora (S), Cottafava (S)

Prima sconfitta stagionale per Gasparetto e compagni, con la sorprendente Maceratese che affianca la Spal in cima alla classifica.
Primo tempo avaro di emozioni all’Helvia Recina con i biancazzurri ben disposti a far la partita e padroni di casa che si chiudono in modo ordinato, portando spesso tutti gli elementi dietro la linea del pallone.
Al quarto d’ora Cellini cade in area biancorossa, ma per l’arbitro non c’è nulla da segnalare.
I biancazzurri provano a spingere, sfruttando le fasce, ma non arrivano occasioni degne di nota se non un tentativo di Lazzari, piuttosto velleitario, con il sinistro.
La Maceratese si fa vedere a un minuto dal termine quando il talentuoso Kouko crossa per Bonaiuto e questo di testa sfiora il palo.
Ripresa più vivace, con le squadre maggiormente intente ad alzare il ritmo.
Al 48’ Cellini prova a rendersi pericoloso nell’area avversaria, ma difetta nel controllo.
Quattro minuti dopo l’episodio chiave. L’ex Chievo D’Anna crossa in mezzo all’area dove Fioretti è bravo a girare a rete in modo imparabile per Branduani. Vendetta dell’ex e Maceratese avanti.
Mister Semplici a questo punto prova a cambiare assetto: fuori Di Quinzio e Castagnetti, dentro Finotto e Beghetto. Spal con tre punte, ma gli sbocchi nei pressi dell’area maceratese sono sempre risicati.
È ancora Fioretti a insidiare Branduani con un’incornata al 66’.
I ferraresi si vedono su punizione susseguente a un atterramento di Zigoni ai limiti dell’area, ma il sinistro di Beghetto si perde a lato di pochissimo. Sarà la più limpida occasione per gli uomini di Semplici che a 10’ dal termine getta nella mischia anche Ferri al posto di Gasparetto.
I biancazzurri, interamente protesi in avanti in cerca del pareggio, non hanno fortuna mentre è bravo Branduani, in pieno recupero, a evitare il raddoppio per i biancorossi di casa.