Sabato 4 e domenica 5 novembre anche il mondo del calcio sarà al fianco all’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro con “Un Gol per la Ricerca”, storica iniziativa promossa in collaborazione con FIGC, Lega Serie A, TIM e AIA e giunta quest’anno alla sua ventesima edizione.

Calciatori, allenatori e arbitri invitano i tifosi a sostenere AIRC con un SMS al 45510 per vincere tutti insieme la partita contro il cancro. L’obiettivo è quello di far crescere una nuova generazione di scienziati di talento, i futuri “campioni” della ricerca oncologica.

La battaglia contro il cancro non passa solo dai progressi della ricerca ma anche dall’adozione di corretti stili di vita: 3 tumori su 10 sono prevenibili con una sana alimentazione. Altrettanto importante è l’esercizio fisico regolare: per questo tutti, sportivi e non, dovrebbero adottare ogni giorno il ‘modulo 0-5-30’: 0 sigarette, 5 porzioni di frutta e verdura e 30 minuti di esercizio fisico moderato.

Alla guida della straordinaria squadra di Un Gol per la Ricerca si conferma Alessandro Del Piero, ambasciatore AIRC dal 2002 e protagonista dello spot della campagna insieme ai veri volti dell’Associazione: ricercatori, sostenitori, volontari e persone che hanno superato la malattia. “Sono al fianco dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro da ormai quindici anni – racconta Del Piero – È qualcosa che è nato purtroppo anche da una mia esperienza personale ma che nel tempo mi ha dato molto. Oggi posso considerare AIRC quasi una famiglia perché la conosco molto bene, ho visitato i laboratori, ho conosciuto i ricercatori, ho condiviso momenti con persone che sono riuscite a superare il cancro. Per questo sono onorato di essere ‘capitano’ della squadra di Un Gol per la Ricerca e sono certo che tutti insieme potremo fare molto per aiutare i 5.000 ricercatori AIRC a rendere il cancro sempre più curabile”.

Accanto a Del Piero un poker di grandi campioni del rettangolo verde. Rinnovano infatti il loro impegno a sostegno dei giovani talenti della ricerca Francesco Acerbi, Stephan El Shaarawy e Claudio Marchisio. A loro si aggiunge Leonardo Bonucci, ingresso che rafforza ulteriormente la squadra AIRC. Tutti insieme saranno in campo come ambasciatori del messaggio di AIRC presso i tifosi negli stadi e attraverso una serie di appelli che verranno rilanciati dai media sportivi e dai social, invitando così il pubblico a ‘segnare’ un gol per la ricerca.

Grazie alla collaborazione con FIGC anche gli Azzurri daranno il loro importante contributo a questa fondamentale partita contro il cancro schierandosi al fianco di AIRC e dei suoi giovani ricercatori lunedì 13 novembre a Milano in occasione dell’incontro Italia – Svezia, gara decisiva per conquistare un posto per i Mondiali di Russia 2018.