Cittadella-SPAL 1-2

Marcatori: 30′ pt Bonifazi, 10′ st Iori, 24′ st Zigoni

Cittadella: Alfonso, Salvi, Scaglia, Pasa, Benedetti, Schenetti, Iori, Bartolomei (13′ st Valzania), Lora (29′ st Paolucci), Litteri, Arrighini (29′ st Strizzolo). A disp.: Paleari, Chiaretti, Pedrelli, Pelagatti, Martin, Maniero. All.: Venturato

SPAL: Marchegiani, Gasparetto (7′ st Silvestri, Arini, Giani, Antenucci (35′ st Finotto), Beghetto, Bonifazi, Zigoni (42′ st Cerri), Mora, Schiattarella, Lazzari. A disp.: Branduani, Spighi, Castagnetti, Pontisso, Del Grosso, Ghiglione. All.: Semplici

Arbitro: Nasca di Bari
Assistenti: Cagliani di Legnago e Oliveri di Palermo
Quarto uomo: Marini di Trieste

Note: spettatori 4000 circa; ammoniti: Arini, Scaglia, Bartolomei, Beghetto, Benedetti,

 

Concretezza, caparbietà e ottimo gioco: la sfida tra neo promosse d’alta classifica è della SPAL.

Decide il “cobra” Zigoni che nella ripresa riporta avanti i suoi compagni dopo la rete iniziale di Bonifazi e il momentaneo pari di Iori.

Dopo un’iniziale pressione del Cittadella, con il tentativo di conclusione di Schenetti ribattuto dai difensori spallini, la squadra biancazzurra esce in velocità dalla propria area, creando alcuni potenziali pericoli sulla sinistra con due cross rasoterra di Beghetto respinti dai padroni di casa.
Sulla destra, la rapidità di Lazzari mette nelle condizioni i compagni di veder arrivare diversi palloni al centro, ma i traversoni sono ribattuti sul nascere.
Alla prima vera opportunità, SPAL avanti da schema su corner tra Schiattarella e Beghetto: sinistro teso al centro dove Bonifazi sceglie ottimamente il tempo di salto, schiacciando palla in fondo alla rete.
Nel finale, sgroppata di Lazzari che al limite tocca per Antenucci: conclusione a giro col portiere poco sicuro sul primo intervento ma non sul secondo dove Zigoni non arriva a ribattere in goal.
A pochi minuti dall’intervallo, conclusione di Bartolomei a botta sicura appena dentro l’area deviata da un compagno che termina di poco a lato.
Dopo cinque dalla ripresa del tempo, la SPAL si distende in contropiede lasciando Beghetto libero di calciare: Alfonso fa sua la sfera in due tempi, con Zigoni in agguato.
Da una ribattuta corta della difesa spallina, Iori da fuori area fa partire una parabola violentissima che finisce la sua corsa all’incrocio senza lasciare scampo a Marchegiani.
Prima del 20′, Silvestri lancia lungo per Antenucci che spizza per Zigoni: ingresso in area e conclusione a lato di un soffio.
Ancora Zigoni poco dopo, davanti alla porta non trova lo spazio per concludere facendosi ribattere il tiro dai difensori.
Successivamente, Litteri di testa da posizione invitante tocca fuori.
A metà tempo, discesa perentoria di Lazzari che attraversa tutto il campo e serve la profondità di Antenucci: stop sul portiere in uscita e tocco che termina sul palo. La sfera ritorna in area dove Zigoni di piatto riporta avanti i biancazzurri.
A dieci dalla fine, doppio intervento miracoloso di Alfonso prima su Zigoni servito da Beghetto, poi sulla ribattuta Finotto: in entrambe le occasioni il portiere si distende e respinge d’istinto.

Poi tutti i giocatoti, al termine della gara sotto la Curva occupata dagli oltre mille tifosi spallini arrivati da Ferrara.